Nine months later … 

Non è bello che un blog venga così trascurato dalla blogghista, ops blogger, ma così è col blocco dello scrittore (maiuscolo nel mio caso)! Di mezzo a questo scritto ci sono appunto 9 mesi e vediamo ora cosa salta fuori. Direi per iniziare “Salve a tutti e ben ritrovati”! Sapere che qualcuno legge quello che scrivi un po’ inibisce ma neanche tanto se si ha voglia di farlo. A questo punto dell’anno, periodo di bilanci fiscali, eccomi a fare i conti con ambienti nuovi e nuove prospettive. Cambio di casa o forse no, cambio di lavoro o forse no, cambio d’aria sicuramente sì, ci vuole. Vedo che mi son già persa …. Allora “caro blog” non ti ho trascurato in effetti perché tutti i giorni, e più volte al giorno anche, controllo su WordPress le mie statistiche (che vanesia) e sono piuttosto contenta delle visite (in media 80 al mese) a parte il fatto che nessuno commenta: il visitatore avrà letto oppure no?

Eppure mi sono studiata abbastanza bene le tecniche per scrivere in modo da essere catturata dal SEO (il selezionatore del web): articoli brevi, titoli con “1,2,3 suggerimenti per”, ripetizioni della parola chiave all’interno del testo, immagine…forse mi manca il video.

E già siamo a 200 parole!

L’articolo più letto è “Carrier o merchant?”, sicuramente visitato dai miei ex-colleghi spedizionieri in preda ad un dubbio amletico. In effetti su Google con quel tipo di ricerca sono al terzo posto in prima pagina. Ma chi vuoi che faccia una domanda del genere a Google? Solo loro.

Ma quindi perché sono tornata a scrivere? Sarà stata l’influenza del nuovo lavoro in una società di web marketing a stimolare il neurone: sono solo addetta al telemarketing ma nel frattempo assorbo tutti i discorsi dei blogger, degli informatici e dei creativi all’opera!

Grazie e alla prossima volta! Ah … se avete commenti o suggerimenti non siate timidi