E anche quest’anno …

Aspettando il 2019 …

Qualcuno si aspetterà un bilancio sull’anno che volge al termine, ma non sarà così (anche perché non è cambiato niente rispetto al 2017, a parte l’età e gli acciacchi).

E appunto volevo dire che … anche quest’anno le mie giornate lavorative da neo-traduttrice freelance sono rimaste le stesse.

Anche se può sembrare banale, per prima cosa accendo il computer (ah ah che simpatica!) e poi, connessione permettendo, mi dirigo sulle due piattaforme per traduttori Proz.com e TranslatorsCafé. Quindi un’occhiata alle visualizzazioni del profilo, che se non altro serve ad aumentare l’autostima (forse!), e poi alla compilazione del sondaggio rapido con relativo forum proposto dalla community per sapere cosa fanno gli altri e avere un parametro di confronto. Insomma la macchinetta del caffè virtuale per chi lavora in solitario!

Infine vado a guardare e mi soffermo un bel po’ sulla sezione dell’assistenza reciproca, tra colleghi e non, con la traduzione o spiegazione di termini o brevi frasi. Preferisco cimentarmi con la combinazione tedesco-italiano, ma certamente non mi dispiace anche quella inglese-italiano. Per il francese c’è poco purtroppo.

Per complicarmi la vita vado a cercare le richieste che ancora non hanno avuto risposte, un po’ per non farmi influenzare e anche, a volte, per non essere criticata. Fai del bene e scordatelo, ma i punti, se ho ragione, li voglio grazie!

Se nessuno ha risposto, vuol dire che nessuno c’ha capito dentro niente, o perché l’argomento è troppo ostico o il contesto è insufficiente per cimentarsi nella ricerca. Insomma se il gioco non vale la candela io partecipo! Bella trovata Elena, così non solo spiani la strada alle altre risposte, ma rischi anche di farti fregare i punti, perché sicuramente qualcun’altro dà una traduzione più adeguata o più raffinata della tua che viene poi accettata.

Ma sì fa niente, anche se mi sono divorata tutti i giga su internet e ci ho perso delle ore per rintracciare il traducente in Italiano, l’importante è la soddisfazione di averlo finalmente trovato! Il bello è proprio quando cerchi in rete e non trovi niente che corrisponda all’italiano e allora passi da una traduzione di una lingua ad un’altra e poi ad un’altra finché non arrivi all’italiano. Il tedesco è appunto una di quelle lingue che con le sue parole composte “a trenino” ti costringe a shakerare il cervello prima di arrivare ad una soluzione.

Questo è uno di quei casi (patologici) con la mia risposta:

abfallwirtschafts(bau)rechtliche Genehmigung

autorizzazione ai sensi delle norme vigenti in materia di gestione rifiuti e macerie

Spiegazione:
ci provo con un’idea costruita pezzo per pezzo…e guarda te che con 2 parole i tedeschi ti tengono un discorso 🙂

Siccome poi sono anche testarda, finché non lo trovo vado avanti come le Sturmtruppen.

Okay, ora lascio le piattaforme e vado a fare un po’ di marketing, ma questo ve lo racconto un’altra volta!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.